Il massenstart ha chiuso gli europei di Bike-OL in Polonia. Il vincitore Anton Foliforov (RUS) e il secondo Kare Kaskinen (FIN) si sono imposti tra gli uomini. Gli svizzeri sono arrivati nel grosso gruppo inseguitore come 9. (Simon Brändli) e 13. (Adrian Jäggi). Tra le donne Maja Rothweiler è arrivata 12.

Maja Rothweiler non era contenta con questo risultato: “Non avevo delle buone gambe e ho fatto delle brutte scelte”, ha spiegato. Tra le donne ha dominato la danese Camilla Soegaard. È arrivata prima con un vantaggio di 2:22 minuti di vantaggio.

È andata meglio ad Adrian Jäggi, che ha mostrato una gara solida. “In generale ho fatto solo pche scelte non ottimali.” Purtroppo la sua allergia ai pollini l’ha bloccato nel finale. “Siamo passati attraverso un grande campo che mi ha fatto fare fatica a respirare e mi ha fatto venire del prurito.” Nonostante ciò Jäggi è riuscito alla fine a ritrovare ancora contatto con il grande gruppo degli inseguitori e ha chiuso gli europei con un bel 13. rango.

Dodici secondi davanti a Jäggi, con 1:25 minuti di ritardo dal vincitore, Simon Brändli si è classificato ad un bel 9. rango, con soli tre secondi di distacco dal diploma. “Ho fatto due grandi errori all’inizio e ho poi dovuto lottare da solo per tornare davanti.” Per il grande sforzo non aveva poi più delle gambe fresche per lo sprint finale che ha deciso il quarto posto.

Gli svizzeri fanno un bilancio positivo degli europei in Polonia dopo delle prestazioni solide con buoni risultati. “L’allenatrice ha fatto un grande lavoro. Christine Schaffner ci ha messo un grande impegno e ci ha preparato perfettamente per le gare. Anche le gare erano sempre buone, fair e interessanti”, ha riassunto Jäggi.

(Testo: Noha Rieder)

Risultati e carte

 

RSS Feed