DSC 9870
Adrian Jäggi alla partenza della middle


DSC 9951
Silas Hotz al punto spettacolo


DSC 0072
Simon Brändli passa il punto spettacolo


DSC 0062
Maja Rothweiler viene incitata


DSC 0040
Noah Rieder allo sprint finale

Simon Brändli tra gli élite e Noah Rieder tra gli juniori hanno mostrato costanza e si sono classificati 8. e 7. nella middle, entrambi nella Top Ten come nella sprint. Anche Silas Hotz ha ottenuto un risultato solido terminando 13.

100 km di viaggio dal centro dei mondiali a Viborg ha permesso agli atleti, secondo gli organizzatori, di avere “il miglior terreno middle della Danimarca”. Il terreno con un rilievo dettagliato vicino al paese sulla costa danese Ebeltoft ha effettivamente offerto il meglio per la Bike-OL: Una rete di strade forestali era alternata a molti biketrail ufficiali e molti altri biketrail, sentierini e tracce di trattori non ufficiali. Anche nella “piatta” Danimarca si è così avuto quasi 400 metri di dislivello per gli uomini. Gli organizzatori e il comune del posto hanno garantito sentieri senza spine con un lavoro di 50 ore, così che anche per i primi ci fossero le stesse condizioni che per gli ultimi a partire. L’arena aperta con partenza, punto spettacolo e arrivo a permesso ai numerosi spettatori di vedere cosa succedesse. Anche i fan svizzeri hanno sfruttato la possibilità di tifare calorosamente per i loro atleti.

Élite

Simon Brändli è partito bene, anche se aveva la sensazione di non avanzare a causa dei sentieri erbosi. Dopo metà gara era secondo nella classifica corta. Nella farfalla a seguire nella parte diffusa di bosco a nord a però perso due volte per un momento il controllo e così dei secondi importanti e dopo la farfalla ha fatto una scelta troppo lunga – così, alla fine è bastato solo per l’ottavo rango con 2:15 minuti di ritardo dal vincitore ceco Vojtech Ludvik.

Intervista corta con Simon Brändli

Maja Rothweiler non era contenta con la sua gara e il 19. rango: “Avevo previsto di evitare il più possibile i piccoli trail, ma ora penso che avrei dovuto fare scelte più dirette.” Oltre a ciò ha avuto alcune piccole insicurezze e errori più grandi.

Adrian Jäggi era dopo metà gara tra il 10. e il 30. rango nella classifica corta, prima di avere un problema meccanico: La sua ruota libera si è rotta e ha dovuto ritirarsi.

Juniori

Anche tra gli juniori il vincitore è stato un ceco, Jan Hasek. Noah Rieder ha avuto una gara con su e giù, e dopo circa due terzi è stato preso appunto da Hasek, che è partito 4 minuti deitro. “Ero sorpreso di potere tenere fisicamente Jan e impressionato da come avesse il controllo della navigazione”, ha detto Rieder all’arrivo, settimo alla fine.

Intervista corta con Noah Rieder

Silas Hotz ha mostrato una gara solida dove ha investito tempo quando era insicuro e ha mantenuto gli errori così piccoli. Si è classificato 13.

Risultati provvisori

Risultati ufficiali

Il resto del programma:

  • Me, 31.7.: Long
  • Ve, 2.8.: Massenstart
Sa, 3.8.: Staffetta

Pagina web evento con risultati live e GPS

Testo, foto, video: Beat Schaffner

RSS Feed