Agli europei giovanili e juniori di Bike-OL a Rabenberg (Erzgebirge) si sono svolte giovedì le gare middle. Entrambi gli juniori Noah Rieder e Silas Hotz hanno vinto un diploma.

In condizioni fredde e bagnate alla middle dei campionati europei giovanili e juniori di Bike-OL erano richieste soprattutto delle qualità fisiche: la pioggia continua degli ultimi giorni ha reso molli i sentieri e richiedevano così una continua pressione sui pedali. Le difficoltà tecniche si limitavano nella scelta tra sentieri forestali ben percorribili ma più lunghi o scelte più corte su sentieri fangosi. Entrambi gli juniori hanno trovato il giusto equilibrio e si sono inseriti tra i dominatori cechi e danesi al 5° e al 6° posto. Entrambi si sono mostrati contenti delle loro prestazioni. Con il suo diploma Noah Rieder ha confermato le sue grandi prestazioni dei mondiali in Danimarca di quest’estate. Visto che potrà gareggiare ancora due anni tra gli juniori, Noah è sicuramente una promessa per il futuro. Anche Silas Hotz è riuscito a sfruttare le sue grandi capacità fisiche e ha raggiunto un ottimo risultato per la sua ancora corta carriera di Bike-OL.

Ai campionati master in contemporanea, anche nella middle, Beat Schaffner ha confermato il suo ruolo di favorito e ha vinto tra gli H45. Tra le D65, Monika Bonafini ha vinto con un vantaggio incredibile di 18 minuti. Con il terzo rango di Beatrice Zürcher nella stessa categoria, si è potuto festeggiare un altro podio.

Venerdì si continua con la long per juniori e master, mentre gli élite Simon Brändli, Adrian Jäggi e Maja Rothweiler entreranno pure in gara con la penultima gara di coppa del mondo (long).

Qui trovate i Liveresults

20191003 182044

Noah Rieder e Silas Hotz (5° e 6°)

 

RSS Feed