Al termine degli europei juniori, Noah Rieder ha fatto un exploit con il bronzo nella sprint. Maja Rothweiler è arrivata nona nell’ultima gara di coppa del mondo élite della stagione.

La caratteristica principale della sprint era il centro cittadino bloccato al traffico con diversi punti spettacolo e l’arrivo. Il percorso principalmente in discesa ha messo alla prova gli atleti soprattutto mentalmente. Tra gli juniori Noah Rieder è partito un po’ attento nella prima parte, dove era richiesto un lavoro veloce e preciso con la carta in una specie di labirinto in un garage. Al 15° rango è partito per le tratte seguenti, più lunghe e con zone punto più chiare e ha guadagnato continuamente posizioni. Esattamente all’ultimo punto si era portato al terzo posto, che ha condiviso a pari merito con Miika Nurmi (FIN). La vittoria è andata a Thomas Steinthal (DEN) davanti a Jan Hasek (CZE). “È bellissimo che oggi sia arrivata una medaglia”, ha detto Noah Rieder dopo la gara. Così è riuscito a coronare la sua prima stagione juniori, già piena di successi con diversi piazzamenti tra i primi dieci ai mondiali e agli europei.

Tra gli altri svizzeri la migliore è stata Maja Rothweiler con una gara solida chiusa al nono rango. Adrian Jäggi era contento con il 15° rango, miglior risultato individuale in coppa del mondo alla sua prima stagione élite. Silas Hotz è arrivato 17° tra gli juniori con una gara solida. Simon Brändli era in gara per un podio tra gli élite, ma ha timbrato il punto sbagliato al cambio carta a causa di un errore parallelo e così è finito fuori gara.

Alla sprint dei mondiali masters in contemporanea hanno vinto delle medaglie: Monika Bonafini (1. D65), Beatrice Zürcher (2. D65) e Beat Schaffner (1. M45).

20191006 1508 DSC 1540

Il podio juniori con il bronzo per Noah Rieder (a destra).

20191006 1508 DSC 1540

Adrian Jäggi attacca la prossima tratta al punto spettacolo.

20191006 1508 DSC 1540

Maja Rothweiler all’ultimo punto.

Risultati élite e juniori

GPS Tracking

Risultati masters

RSS Feed