Dal 7 al 10 ottobre 2021 avranno luogo ad Abrantes (Portogallo) i campionati europei élite di Bike-OL (EMTBOC) e di juniori e giovani (EJYMTBOC). La Svizzera sarà alla partenza con una delegazione record di otto partecipanti e con chance intatte per delle medaglie.

Podest Frienisberg
Si spera potranno festeggiare anche ai CE
in Portogallo: Noah Rieder e Simon Brändli,
vincitori di medaglie ai CM in Finlandia

La squadra svizzera di Bike-OL spera di prendere con sé il buon ritmo di successi dei campionati del mondo in Finlandia anche nel sud dell’Europa. In particolare, dalla squadra attorno a Simon Brändli e a Adrian Jäggi ci si può attendere qualcosa dopo la preparazione senza problemi.

Simon Brändli deve venire contato tra i favoriti dei campionati europei dopo dei grandi CM con quattro medaglie. In base ai suoi risultati stagionali e al suo stato di forma sono possibili medaglie in tutte le discipline. E anche in coppa del mondo le ambizioni per un posto sul podio del ragazzo di Winterthur sono ancora intatte. Prima della finale di coppa del mondo (i CE) si trova al secondo posto provvisorio in un sandwich finlandese dietro a Samuel Pokala e davanti a Andre Haga.

Adrian Jäggi ha dimostrato pienamente la sua forma fisica con un secondo posto all’Iron Bike Rennen ad Einsiedeln (26 settembre) e viaggia perciò verso il Portogallo con una buona sensazione e molta voglia di fare. L’allenatrice della nazionale Christine Schaffner crede che lui possa avere dei piazzamenti nella Top-Ten, nel caso ideale addirittura un diploma. Per Silas Hotz, durante la sua prima stagione intera tra gli élite ha ancora la priorità raccogliere esperienze in gare internazionali. Nonostante ciò, ci si può attendere piazzamenti nella prima metà grazie alle sue grandi capacità tecniche di guida.

Anche tra le donne élite l’obiettivo primario è la raccolta di esperienze. In Finlandia non vi erano svizzere alla partenza a causa dell’assenza della purtroppo sempre convalescente Maja Rothweiler. Con Arianna Arpagaus e Mirjam Hellmüller vi saranno invece due debuttanti alla partenza ad Abrantes e possono così raccogliere le prime esperienze a gare internazionali.

Non manca per nulla l’esperienza internazionale all’allenatrice della nazionale Christine Schaffner, più volte campionessa del mondo. Su desiderio di Brändli e Jäggi farà un (per ora) unico comeback e gareggerà con i due atleti di punta nella staffetta mista. Visto che per questa gara sono attese alcune squadre molto forti, ottenere un diploma sarebbe da considerarsi come un grande successo. Con Hellmüller, Hotz e Arpagaus la Svizzera avrà addirittura una seconda squadra di staffetta.

Oltre agli élite, anche Noah Rieder e Flurin Schnyder gareggeranno ai campionati europei juniori che hanno luogo parallelamente. Dopo un CM di successo per Rieder, ci si può aspettare qualcosa nella sua ultima stagione da juniori e potrebbe fare parte della lotta per le medaglie. Flurin Schnyder spera dopo il suo debutto in Finlandia di fare un altro passo in avanti e punta alle sue seconde gare internazionali di arrivare nella Top-Ten.

Anche agli europei giovanili si può guardare con interesse dal punto di vista svizzero, con Noé Henseler vi è un altro neofita che giocherà le sue carte sul panorama internazionale. È difficile stimare il livello internazionale in questa categoria, ma i piazzamenti e i tempi a livello nazionale di Henseler lasciano sperare in buoni risultati. Assieme a Rieder e Schnyder gareggerà alla fine nella staffetta juniori.

Programma

  • Gio 07.10.: Sprint (EJYMTBOC)
  • Ve 08.10.: Middle (EMTBOC/WCup e EJYMTBOC)
  • Sa 09.10.: Long (EMTBOC/WCup e EJYMTBOC)
  • Do 10.10.: Staffetta mista (EMTBOC/WCup) e Staffetta (EJYMTBOC)

Pagina ufficiale degli organizzatori: https://mtbo2021.fpo.pt/

(Testo: Thomas Bossi, Foto: Beat Schaffner (Teaser), Silas Hotz)
RSS Feed