Ursina Jäggi arriva quinta a Kaunas, mentre Maja Rothweiler ottava. Simon Brändli e Beat Schaffner arrivano nella Top20.

Maja LongP1080343 UH
Maja Rothweiler guida il "tram"davanti alla futura
vincitrice Emily Benham.
(Foto: Ursula Häusermann)
Tra le donne Ursina Jäggi e Maja Rothweiler sono arrivate 5. e 8. Christine Schaffner invece 21. Ha vinto la britannica Emily Benham davanti alla russa Svetlana Poverina e Gaelle Barlet dalla Francia. Tra gli uomini si è imposto Malsroos Lauri dall'Estonia davanti al russo Gritsan Ruslan e al ceco Bogar Krystov.

Vi sono stati problemi di calcolo da parte dei responsabili dell'informatica e quindi ieri sera non c'erano ancora i risultati officiali. Il problema è stato risolto. Al di fuori di ciò gli organizzatori di Kaunas hanno offerto un'ottima gara. Scelte lunghe e corte si alternavano molto. Il terreno boschivo vicino alla città conteneva parti piatte e parti di terreno mosso che erano percorse da una fitta rete di sentieri. La difficoltà fisica della gara era principalmente dovuta ad una salita di circa 70 metri nella parte a nord della carta. "Oggi nessuno è uscito senza errori", ha detto l'esperto Beat Schaffner al telefono.

Non è andata senza errori
UrsinaChrige LongP1080331 UH
Davanti Ursina Jäggi, dietro Christine Schaffner.
Foto: Ursula Häusermann)
A Ursina Jäggi è riuscita una buona gara con il quinto rango finale. Ha iniziato bene, anche se ha dovuto cambiare piano per il primo punto dopo avere mancato un sentiero, questo non ha però costato grandi perdite di tempo. Anzi, prima del terzo punto Jäggi ha recuperato una ceca partita tre minuti prima, ma l'ha ripersa prima del cambio carta dove ha fatto un errore di 1'30". Dopo questo errore le è riuscita una buona gara e ha recuperato altre due concorrenti. Tra queste c'era pure Christine Schaffner (21. rango), che è partita nove minuti prima di Jäggi. Con un costante controllo da parte di entrambe, sono riuscite a uscire bene dall'ultima difficile parte con molti sentieri.

routenwahl
L'errore di Maja Rothweiler (rosso).
Percorso ideale in verde.
(Screenshot  http://sportrec.eu/ui/#1bub5jg)

A Maja Rothweiler è riuscita una gara solida. È riuscita a mettere in pratica ciò che aveva pianificato. "Qualche volta ero comunque su strade che non lo erano", ha detto una stanca Rothweiler. Andare al punto 9 ha però commesso un errore di 4 minuti (vedere carta accanto). Solo ad un altro punto è riuscita a ritrovarsi. Invece dell'ottavo rango, senza questo errore, avrebbe potuto ambire ad un diploma.

Simon Brändli si è classificato 15. con una prestazioneper lui buona. Poco dietro, 19., si è piazzato Beat Schaffner. (DH)

WE
1. Emily Benham GBR 2:00:50
2. Svetlana Poverina RUS +3:16
3. Gaelle Barlet FRA +3:41
4. Antonia Haga FIN +5:45
5. Ursina Jaeggi SUI +6:50
ferner:
8. Maja Rothweiler SUI +9.01
21. Christine Schaffner SUI +15.54

ME
1. Lauri Malsroos EST 2:09:09
2. Ruslan Gritsan RUS +3:09
3. Krystof Bogar CZE +5:03
ferner:
15. Simon Brändli +12.09
19. Beat Schaffner +14.16


Sito gara
Livecenter con risultati, GPS e foto
RSS Feed