In Danimarca la Svizzera può festeggiare un altro diploma nella staffetta: La prima squadra con Chamuel Zbinden, Reto Egger e Fabian Aebersold ha finito i mondiali juniori al 4. rango. Le staffette femminili erano troppo indebolite dall’influenza che ha colpito quattro atlete.JWOC Relay M 1 2 Wechsel ChamuelZbindenSUI GuilhemHaberkornFRA

Dopo la bella prestazione di squadra nella long e i due Top10 nella middle di Fabian Aebersold e Chamuel Zbinden, la Svizzera era tra le favorite della staffetta – un podio sembrava possibile. Questo è stato mancato dalla Svizzera per due minuti. Irraggiungibile ancora una volta la Norvegia con il re dei JWOC Kasper Fosser, che ha lasciato sul posto gli avversari nella tratta finale della staffetta e assicurandosi il terzo oro personale. Per la svizzera la gara è iniziata in maniera ideale: Chamuel Zbinden ha dimostrato di essere un eccellente primo trattista. Il basilese ha dato il cambio come primo a Reto Egger – ma c’erano molte squadre nel gruppo di testa. Egger ha iniziato bene, ma poi ha fatto grandi errori come nella middle, così che ha perso il contatto con i primi dopo il primo punto TV e si è trovato con anche tre minuti di distacco. Nella parte finale lo zurighese è andato di nuovo bene e ha ridotto il ritardo a due minuti e mezzo. Fabian Aebersold non è riuscito a ridurre il ritardo dai primi, ma si è portato avanti fino al quinto rango. Visto che la seconda squadra norvegese ha finito quarta, la Svizzera è risultata la quarta nazione e così subito dietro al podio.

La squadra femminile svizzera ha lottato tutta la settimana con problemi di stomaco e intestinali. Alla fine della settimana quattro atlete erano così indebolite, Siri Nyfeler, Siri Suter, Eliane Deininger e Eline Gemperle. Deininger aveva dovuto lasciare via la middle. Nella staffetta la migliore svizzera della long era di nuovo alla partenza. La sangallese non è però riuscita a tenere le rpime in queste condizioni, ma ha comunque dato il cambio in nona posizione. Elisa Bertozzi ha fatto una gara solida in seconda tratta – ha perso un po’ di tempo rispetto alle prime e la ticinese è tornata come 10. L’ultima trattista Elena Pezzati era troppo indietro per potere avvicinare il podio. Con un’altra bella gara ha guadagnato ancora tempo sulle prime e ha guadagnato una posizione. Le ragazze svizzere si sono classificate come ottava migliore nazione di poco dietro ai diplomi. La squadra femminile ha così dato nuovamente il meglio di sé. Il momento migliore dei JWOC rimane così l’oro nella sprint di Eline Gemperle e gli ottimi risultati di squadra con diversi diplomi nella long e nella middle dove gli svizzeri hanno mancato di poco le medaglie. (Testo: Yann Schlegel)
RSS Feed