All’odierna 8° nazionale e prima gara valevole per il Swiss Orienteering Grand Slam hanno vinto tra gli élite Simona Aebersold e Martin Hubmann. Mattia Gründler e Eliane Deininger vincono tra gli juniori.

L’inizio della stagione nazionale di C.O. 2020 nella lucernese Eigenthal ha richiesto molto sia agli organizzatori che ai partecipanti. Oltre all’impegno maggiore dovuto alle misure di protezione per il coronavirus, si è aggiunta una pioggia forte e continua. Per evitare però situazioni pericolose, sono stati chiusi i passaggi pericolosi con nastri e gli aiutanti nel terreno hanno assicurato inoltre i passaggi dei fiumi. Inoltre, sono state messe corde così che un passaggio del fiume fosse possibile. Matthias Boos, capo gara della gara odierna, si è espresso così a riguardo: “Abbiamo controllato costantemente la situazione nel terreno e la meteo. Abbiamo osservato in anticipo il fiume che doveva venire attraversato dalle categorie più lunghe e potevamo così stimare quanto potesse aumentare l’acqua in caso di diluvio. Per la gara al pomeriggio avevamo già pronto anche un piano B, così che i corridori non dovessero più superare il fiume. Dopo discussioni approfondite eravamo però dell’opinione che avevamo il controllo della situazione e che potevamo continuare a svolgere la gara come pianificato.”

Inizio del Swiss Orienteering Grand Slam
Per le categorie élite e juniori l’8° nazionale significava non solo l’inizio della stagione nazionale di C.O., bensì anche l’inizio del Swiss Orienteering Grand Slam. Inoltre, la gara contava come gara di selezione per l’Euromeeting, rispettivamente per gli europei giovanili e juniori. Per molti era quindi la prima gara importante della stagione, era quindi grande la voglia di correre, ma per molti anche la nervosità.

Tra le donne élite la giovane Seeländerin Simona Aebersold (ol.biel.seeland) è quella che si è espressa al meglio con queste condizioni estreme. Ha vinto la gara middle con un tempo di circa 42 minuti e ha distanziato la seconda, Paula Gross, di più di tre minuti. Si è mostrata quindi particolarmente contenta dopo la gara: “Sono riuscita a concentrarmi molto bene e sono andata molto bene tecnicamente.” Dopo Paula Gross (OL Zimmerberg), il podio delle donne élite è stato completato da Sabine Hauswirth (ol norska).




Tra gli uomini il vincitore è risultato Martin Hubmann (OL Regio Wil) e ha così vinto per la prima volta una gara del Grand Slam. “È naturalmente sempre bello quando si vince una gara. Queste condizioni mi hanno sicuramente un po’ aiutato visto che prendo sicuramente qualche rischio in più rispetto ad altri atleti”, ha descritto così le sue impressioni dopo la gara. Con un minuto di ritardo, Jonas Egger si è classificato secondo (OLV Hindelbank). Dietro di lui a pari merito Florian Howald (OLG Herzogenbuchsee) e Noah Zbinden (OLV Baselland). È andata meno bene al fratello maggiore di Martin Hubmann, Daniel, ha timbrato un punto sbagliato ed è così finito fuori classifica. Non si può trovare sulla classifica Matthias Kyburz. Ha dovuto rinunciare alle gare di selezione per malattia (nessun coronavirus).



Tra gli juniori ha vinto oggi Mattia Gründler (OLG Pfäffikon) con un tempo di 37 minuti. Il ticinese Manuele Ren (ASCO Lugano) è arrivato secondo con un ritardo di 1:47 minuti, mentre David Zürcher (OLV Hindelbank) ha occupato il terzo posto.



La vincitrice delle donne 20 è stata Eliane Deininger (OLG St. Gallen/Appenzell). A seguire Siri Suter (OLG Cordoba) e Elisa Bertozzi (GOLD Savosa) ai ranghi due e tre.



Già il prossimo weekend vi saranno altre gare nazionali: sabato i campionati svizzeri sprint relay a Frauenfeld e domenica i campionati svizzeri sprint a Kreuzlingen.

Fotografie della gara odierna




(Testo: Annalena Schmid, Foto: Christian Aebersold, Video: Livemotion)

Risultati
https://www.o-l.ch/cgi-bin/results?rl_id=5432

GPS
DE: https://www.tulospalvelu.fi/gps/private/20200830_tl3_DE/
HE: https://www.tulospalvelu.fi/gps/private/20200830_tl3_HE/



RSS Feed