All’inizio del weekend sprint nella Svizzera orientale, l’ol norska è diventato campione svizzero tra gli élite nella sprint relay. La squadra dell’OLV Baselland arriva seconda, i white tigers dell’ol.biel.seeland terzi.

A Frauenfeld si è trovata oggi, 5 settembre 2020, la Svizzera di C.O. per assegnare i titoli svizzeri di sprint relay. In cinque categorie hanno corso squadre formate da due donne e due uomini, attraversando strutture sportive, zone residenziali con passaggi stretti o il parco Murg-Auen con i suoi sentierini e ponti.

Gara tirata tra gli élite
La gara élite aveva molte forti squadre e la lotta era aperta prima dell’inizio della gara. In prima tratta, Sarina Jenzer (ol norska) è riuscita a dare il cambio in testa, quattro secondi davanti a Laura Ramstein (OLV Baselland 1) e 17 secondi davanti a Deborah Stadler (OLG KTV Altdorf). “Ho fatto una buona gara. Come sempre alla partenza di una staffetta era un po’ caotico e ho corso molto all’interno del gruppo. Verso la fine sono riuscita ancora ad accelerare e ad arrivare prima all’arrivo”, si è felicitata la prima trattista dell’ol norska, Sarina Jenzer.

Tino Polsini corre in testa
Dopo di lei vi era per l’ol norska Ueli Werren, subito seguito da Tino Polsini per l’OLV Baselland 1. “Sono partito bene ed ero estremamente motivato. Dopo un errore in zona punto al 5 ho perso però quasi 30 secondi. Verso la fine sono poi arrivato al limite anche fisicamente”, ha detto Ueli Werren. Tino Polsini ha potuto così aumentare il suo vantaggio e ha dato il cambio, con quasi un minuto di vantaggio, al compagno di squadra Christoph Meier. Dietro di lui con lo stesso tempo Fabian Aebersold (white tigers) e Martin Hubmann (OL Regio Wil).

OLV Baselland rimane in testa
In terza tratta, Christoph Meier ha corso una gara solitaria in testa. Il suo vantaggio all’arrivo era però di soli 46 secondi – visto che dietro di lui Joey Hadorn (ol norska) e Daniel Hubmann hanno spinto. “Sono riuscito a chiudere velocemente il buco con gli atleti davanti a me e ho poi corso quasi tutto il tempo con Daniel Hubmann. Nel giro finale avevo poi la sensazione di avere timbrato un punto sbagliato e sono così tornato di nuovo indietro e ho perso così di nuovo molto tempo”, ha raccontato Joey Hadorn.

Recupero di Sabine Hauswirth
Sofie Bachmann è partita così in ultima tratta con 46 secondi di vantaggio sulla seconda dell’OL Regio Wil, Marcia Mürner, e con circa un minuto di vantaggio su Sabine Hauswirth dell’ol norska. “Sapevo che Simona Aebersold arrivava da dietro e volevo così dare gas fin dall’inizio. Al secondo punto ho poi già visto Marcia Mürner. In generale, sono riuscita a condurre la mia gara in maniera pulita e prendere punto per punto in maniera pulita. Quando verso la fine ho Sofie Bachmann, ho cercato di dare tutto per riuscire ancora a raggiungerla e sono poi riuscita a superarla”, ha raccontato Sabine Hauswirth. Alla fine l’ol norska ha vinto con 12 secondi di vantaggio sull’OLV Baselland e 57 sui white tigers dell’ol.biel.seeland. 

I podi delle diverse categorie
SSE:
1. ol norska
2. OLV Baselland 1
3. white tigers - ol.biel.seeland

SS16:
1. OLG Stäfa
2. OL Regio Wil
3. OLC Kapreolo

SSA:
1. Dresden-Regensburg connect
2. OLG Schaffhausen
3. white tiger - ol.biel.seeland

SS40:
1. OLG Dachsen
2. OLK Argus
3. thurgorienta

SS60:
1. OLG Suhr
2. OLG Pfäffikon
3. OLG Welsikon

Già domani si continua con i Scampionati svizzeri sprint a Kreuzlingen. Questi sono anche la seconda gara del Swiss Orienteering Grand Slam e gara di selezione per le categorie H/D 16, 18, 20 e élite. 

Pagina web organizzatori: https://ssm2020.thurgorienta.ch/
Risultati: https://www.o-l.ch/cgi-bin/results?type=rang&year=2020&event=Schweizermeisterschaft+Sprintstaffel-OL&kat=--&club=



(Testo: Annalena Schmid, Foto: Hampi Schenk)
RSS Feed