L’atleta della nazionale svizzera B Florian Schneider pubblicherà in ottobre il libro “Matt trotz Glanz”, che tratta di depressione nello sport di competizione. Stasera ne parlerà pubblicamente per la prima volta a Sportpanorama.

Matt trotz Glanz buchcover
La copertina del libro

Florian Schneider, membro della nazionale B di C.O. a piedi, ha vissuto un brutto momento nella sua vita durante l’aprile 2019. Un infortunio che continuava a tornare e l’alto impegno durante il suo lavoro come ingegnere hanno reso difficili la sua quotidianità, cosa che ha portato ad una depressione. Nel suo libro “Matt trotz Glanz” racconta pubblicamente le sue esperienze. Per lui è importante che altri non debbano più avere la sensazione che ha avuto lui durante la sua malattia: la sensazione di essere solo. Oggi, domenica 20 settembre, ne parlerà pubblicamente per la prima volta durante “Sportpanorama” su SRF dalle 19.00.
Qui si può già leggere una presentazione sul video di oggi a Sportpanorama.

Un libro contro il silenzio

“Per me è importante, che si parli pubblicamente di questo tema. Si sente parlare raramente riguardo a malattie psichiche di atleti di punta, sebbene siano quasi tanto frequenti quanto gli infortuni fisici”, ha sottolineato Florian Schneider.

“Matt trotz Glanz” racconta non solo una storia interessante, bensì dovrebbe portare più vicino ad atlete, atleti e ai loro famigliari, un tema su cui si è rimasti in silenzio a lungo.

Il libro verrà pubblicato il 2 ottobre 2020 e sarà possibile ordinarlo www.matt-trotz-glanz.ch. I racconti personali vengono completati dai contributi sulla disciplina del medico sportivo Dr. med. G. Clénin, che segue anche la nazionale juniori di C.O. a piedi, e dello psichiatra sportivo Dr. med. M. Clausen. Il vernissage avrà luogo nella fondazione TRANSfair a Thun. Per Florian Schneider è importante sostenere altre persone in situazioni simile, per questo tre franchi per esemplare venduto andranno alla fondazione. La fondazione TRANSfair si impegna per persone che sono particolarmente in difficoltà a causa di motivi psichiatrici.

La psicologia sportiva è legata a molti

Nel libro sono inserite tante citazioni corte di sportive e sportivi da tutta Europa. Mostrano che non solo il giovane orientista di punta è colpito dall’aspetto mentale. Vi sono quindi racconti del campione olimpico di snowboard Nevin Galmarini e della biathleta finlandese Marie Laukannen riguardo ai loro momenti difficili e alle loro fasi durante la loro carriera sotto la luce dei riflettori.

Opportunità per Swiss Orienteering

Il modo di affrontare apertamente i suoi problemi psichici di Florian Schneider rappresenta un’opportunità per Swiss Orienteering per togliere il tabù dal tema della depressione nello sport di punta e per parlarne più apertamente. La squadra di allenatori di Swiss Orienteering ha sostenuto Florian durante i suoi infortuni e affronta spesso discussioni approfondite con atlete e atleti per evitare la caduta in un circolo negativo a causa della pressione da prestazione dopo infortuni.

(Testo: comunicato media Kaleidosbuch, Annalena Schmid)

RSS Feed