In quale direzione si muove il nuovo presidente di Swiss Orienteering: intervista con Jürg Hellmüller che spiega le sue idee esposte all'assemblea dei delegati a Morat. Swiss Orienteering deve essere una federazione per tutti "non solo per quanto concerne l'età, ma anche le varie regioni del Paese e il modo di fare e vivere la CO fra tradizione e modernità". Cercare di integrare queste due visioni a volte divergenti è una delle principali sfide che attendono la FSCO, e Hellmüller spiega in che modo vuole affrontarla.


Altri articoli nel numero di aprile

  • Scelte di percorso più o meno riuscite nelle gare internazionali in una nuova rubrica mensile
  • Le discussioni sulla CO in città continuano in vista degli svizzeri sprint
  • Commiato da Marcel Schiess - un presidente straordinario
  • Europei in Portogallo: le speranze di medaglie svizzere
  • Squadra nazionale: sguardo dietro le quinte di un campo di allenamento
Vuoi abbonarti al Magazine ?
Ordinazioni alla segreteria centrale (70 Franchi annui; le edizioni 12/1 e 6/7 sono numeri doppi): Tel. 062 287 30 40 oppure info [AT] swiss-orienteering [DOT] ch
  som-2014-04.jpg
RSS Feed