nom14_start.jpg

Martin Hubmann (Eschlikon TG) e Ines Brodmann (Aarau) sono i nuovi campioni svizzeri in notturna; gara disputata nel Grauholz presso Schönbühl. E' il primo oro 
per Hubmann, mentre Brodmann ripete la vittoria del 2009. Vittoria di Stefano Maddalena in H45.


nom14_frauen1.jpg
Ines Brodmann, Simone Niggli e Rahel Friederich

nom14_frauen2.jpg
Rahel Friederich, Sarina Jenzer und Judith Wyder

nom14_mhubmann.jpg
Martin Hubmann

nom14_medaillen.jpg
Il podio nelle categorie elite

nom14_start_junioren.jpg
La partenza degli juniori con a sinistra il vincitore Sven Hellmüller
"Ho vinto?" - era la domanda all'arrivo nelle categorie elite, come anche per le altre categorie.  Le diverse combinazione proposte lungo il percorso e le diverse scelte di percorso hanno infatti spesso separato i concorrenti, che perdevano così la visione d'assieme sullo svolgimento della gara.

Dopo due terzi di gara i giochi sembravano fatti nelle due categorie maggiori: il campione uscente Matthias Kyburz (Möhlin) caracollava solo in testa. Ma al punto 25 si ritrovava troppo a sinistra, interpretando male una biforcazione.  "Quando sono arrivato in zona punto, ho visto Fabian Hertner timbrare. Ho fatto la stessa cosa ed ho continuato." Solo che Hertner si accorgeva che il punto non era quello giusto, mentre Kyburz continuava la sua corsa, terminando col quarto tempo, ma squalificato per punto sbagliato. "La mia cartina era strappata proprio su questo settore del bosco, e avevo qualche problema ad interpretarne i dettagli", spiega Kyburz quanto successogli.

Il vincitore Martin Hubmann approfittava degli errori di Kyburz, Hertner, Baptiste Rollier e Alain Denzler. "All'inizio la gara era molto nervosa e mi sono trovato subito sulla difensiva. Al cambio cartina mi sono accorto che stavo rivenendo sui primi. Al punto 30 ho fatto una scelta diversa e mi sono ritrovato in testa", analizza Hubmann la sua corsa.  Ho avuto qualche problema a tenere il passo, soprattutto in salita. Fisicamente non ero sicuramente il migliore stasera", conclude Hubmann, reduce da alcuni giorni di allenamento in Ticino, con parecchio dislivello.

Alle spalle di Hubmann Baptiste Rollier, vincitore nel 2011, otteneva la sua quarta medaglia in notturna, mentre il terzo Andreas Kyburz saliva per la prima volta sul podio della disciplina.

Stesso scenario in campo femminile, con Simone Niggli (Münsingen) in testa da sola dopo due terzi di gara. Ma nell'ultima farfalla le avversarie la raggiungevano, in seguito a diversi piccoli errori dell'ex nazionale.

Decisione al penultimo punto, allorquando Niggli si ritrovava in una discesa prigioniera dei rovi, e doveva lasciar passare Brodmann. "E lì che ho superato Simone", dichiara la vincitrice Ines Brodmann, che aveva fatto gara parallela con Niggli, Sarina Jenzer, Rahel Friederich e Judith Wyder. "L'inizio non era facile; ho avuto qualche problema con i verdi", dice Brodmann, prima di concludere "ma nella parte finale ho fatto una buona gara."

Dietro Brodmann e Niggli Sarina Jenzer conquista la sua seconda medaglia in notturna, dopo l'argento dello scorso anno. Fuori gara Rahel Friederich, giunta quinta, ma senza il sesto punto.

Come già due anni fa, la formula della notturna con partenza in massa si è rivelata particolarmente interessante: da un canto la tattica di corsa ha giocato un ruolo essenziale, d'altro canto fisicamente la gara si è rivelata assai dura, a causa della lunga distanza e delle molte salite; senza dimenticare i rami a terra e il fitto sottobosco. (Text und Fotos Nicolas Russi)

Risultati

Schönbühl BE. CS in notturna. Uomini
(13,7 km/625 m/34 punti): 1. Martin Hubmann (Eschlikon TG) 1:29:22. 2. Baptiste Rollier (Boudevilliers) 0:19. 3. Andreas Kyburz (Möhlin) 0:21. 4. Alain Denzler (Truttikon) 0:52. 5. Florian Howald (Oberönz) 3:16. 6. Raffael Huber (Hedingen) 7:12.

Donne  (8,1/400/20): 1. Ines Brodmann (Aarau) 1:00:07. 2. Simone Niggli (Münsingen) 0:44. 3. Sarina Janzer (Bremgarten BE) 0:45. 4. Judith Wyder (Zimmerwald) 0:47. 5. Sabine Hauswirth (Belp) 2:46. 6. Lilly Gross (Richterswil) 2:52.

Juniori (8,7/430/25): 1. Sven Hellmüller (Speicher) 59:22. 2. Lukas Meier (Dällikon) 0:02. 3. Adrian Müller (Beinwil am See) 0:08. - Donne juniori (6,1/230/20): 1. Kerstin Ullmann (Nidau) 49:38. 2. Sandrine Müller (Steinhausen) 0:38. 3. Sina Tommer (Raeterschen) 0:51.

Classifiche 
GPS-Tracking Uomini  | Donne
RSS Feed