La Swiss O Week ha potuto accogliere più di 2'000 partecipanti da 23 nazioni diverse alla partenza ad Arosa lo scorso weekend. Orientisti incalliti così come moltissimi aiutanti hanno sfidato la nebbia e hanno diffuso la febbre da C.O. e molto spirito positivo al primo grande evento dopo il Covid-19 nella destinazione di vacanze Arosa.

La Swiss O Week Arosa è iniziata questo weekend con la prima tappa di domenica aprendo una settimana tutta nel segno della C.O. Nonostante la pioggerella, gli atleti non sono stati fermati dal cercare i loro punti e dall’affrontare il terreno boscoso e dettagliato Arosa Obersee nel modo più veloce possibile. La tappa sprint nel bosco è iniziata nel famoso bosco degli scoiattoli di Arosa. Dopo il passaggio sul campo da golf la velocità ha dovuto essere adattata al terreno difficile tecnicamente. Si è poi continuato velocemente in discesa verso Obersee, fino a quando si è raggiunto l’arrivo nel centro di Arosa dopo un passaggio difficile nel Seeboden. La nebbia e le nuvole fitte hanno reso l’orientamento sicuramente ancora più difficile, ma non lo si è visto dai concorrenti. Con un buono spirito e facce fiere, gli orientisti entusiasti di tutte le età hanno raggiunto l’arrivo al centro gara di Arosa.

2021 SOW Etappe1
La Swiss O Week è iniziata con successo con la prima tappa nel terreno Arosa Obersee. (Foto: zvg)

Grande evento nonostante Covid-19
Gli organizzatori di una Swiss O Week hanno molte sfide da affrontare. Nel comitato organizzatore si sapeva che per l’edizione di quest’anno si sarebbero dovuti passare ulteriori ostacoli a causa della situazione attuale. La quindi buona preparazione e la fiducia sono state premiate. Secondo l’idea “No Check – No OL”, può partire solo chi può mostrare la fascia di controllo personale fissa al braccio. Il comportamento disciplinato di tutti i partecipanti e la buona organizzazione della Swiss O Week 2021 hanno permesso un funzionamento senza problemi durante i primi due giorni dell’evento. Come primo grande evento nel Canton Grigioni, organizzatori e partecipanti si felicitano allo stesso modo per la ripresa del settore eventi.

Sostegno della C.O. con la Schüler Cup
Konrad Graber, presidente di Swiss Orienteering, descrive la destinazione Arosa come “Mecca della C.O.”. Così i giovani di Arosa partecipano già alla Swiss Orienteering Week. Nell’ambito della Schüler Cup scolare e scolari hanno imparato da poco i segreti delle carte da C.O. e come orientarsi nel terreno con alcuni giorni di formazione. Questi bambini sono pure partiti con molta energia domenica alla tappa sprint nel bosco. Prima della partenza alla Schüler Cup lo speaker ha intervistato le ragazze e i ragazzi arrivati con una bandiera. Questi hanno detto fieri di essersi esercitati prima ancora un po’ nel terreno – e prima della partenza non erano assolutamente nervosi.

Vista sui prossimi giorni
La Swiss O Week ad Arosa dura ancora fino a sabato 24 luglio. I partecipanti troveranno altre cinque tappe variate con molto sole in mezzo al panorama montano unico di Arosa. Si deve pure menzionare le gare élite di giovedì e venerdì che verranno corse dagli atleti della nazionale. Gli arrivi di tutte le tappe possono pure venire seguiti sulla pagina web della Swiss O Week con videocamere live. Oltre alla sfida sportiva, i partecipanti hanno a disposizione anche un ricco programma di contorno. La destinazione Arosa offre la giusta variazione oltre alla corsa d’orientamento con le offerte culturali, il riposo vicino alla natura o il parco avventura.

Pagina web organizzatori

(Testo: Nicole Fischler/Swiss O Week 2021)
RSS Feed