La commissione di selezione di Swiss Orienteering ha deciso le selezioni per la nazionale élite 2022. L’anno prossimo, 30 atlete e atleti faranno parte della nazionale élite.

L’anno di C.O. 2021 si avvicina alla fine – i campionati svizzeri a squadre di settimana prossima rappresentano la fine della stagione nazionale. Per la nazionale élite 2022 sono state inviate a Swiss Orienteering tante candidature di forti atlete/i, alla fine 30 persone sono riuscite ad entrare in uno dei gruppi della nazionale, altre 14 sono state selezionate nell’Anschlussgruppe. Così la grandezza della nazionale corrisponde a quello indicato nei criteri di selezione, inoltre l’offerta all’Anschlussgruppe viene aumentata.

In particolare, la nazionale maschile si è mostrata con una densità di prestazione estremamente alta. La squadra viene guidata da sei atleti della nazionale A che corrono per piazzamenti di testa tra i migliori al mondo. Matthias Kyburz, Daniel Hubmann e Joey Hadorn hanno terminato la generale di coppa del mondo di quest’anno ai ranghi 2, 3 e 4 e hanno così mostrato che appartengono ai migliori al mondo di C.O. in tutte le discipline. Oltre a loro, anche atleti esperti come Martin Hubmann e Florian Howald appartengono ai candidati per le medaglie in tutte le discipline. La grande scoperta della stagione è Riccardo Ranca che ha corso tra i migliori al mondo con il quarto rango nella KO-sprint e il sesto nella sprint individuale dei CE così come il settimo rango ai CM e si è così guadagnato un posto nella nazionale A.

Funzione d’esempio per tutta la nazionale

“Il titolo mondiale di Matthias Kyburz nella middle era la highlight della stagione. Questa vittoria sta simbolicamente a significare che al momento è uno dei migliori atleti al mondo a livello tecnico, ma è anche un risultato di un duro allenamento e di una preparazione precisa”, ha detto l’allenatore degli uomini François Gonon. Tutti e sei gli atleti hanno vinto un diploma o una medaglia ad un grande evento internazionale. “Quasi nessun altro Paese una densità di prestazioni di così alto livello tra gli uomini. Per gli altri atleti della nazionale e per i membri dell’Anschlussgruppe è un privilegio e una grande motivazione potere allenarsi giornalmente con questi grandi esempi”, si felicita ancora Gonon.

Fabian Aebersold rimane nella nazionale U-23. Oltre a lui, nove atleti sono selezionati nella nazionale B. Tra questi Jonas Egger e Noah Zbinden, che con la loro prima partecipazione ai CM di quest’estate hanno potuto raccogliere esperienze importanti sulla via verso i migliori al mondo. Pascal Buchs, Christoph Meier e Tobia Pezzati sono riusciti a migliorarsi anche quest’anno. Con Timo Suter, Tino Polsini e Reto Egger ci sono inoltre tre atleti che hanno potuto svolgere la SR per sportivi d’élite, cosa che ha permesso loro di ottenere miglioramenti con condizioni di allenamento ottimali. Inoltre, Jonas Soldini sarà ancora parte della nazionale, pure nel gruppo B.

Alto livello anche nell’Anschlussgruppe

Nell’Anschlussgruppe vi sono tra gli uomini nove atleti che sono vicini ad entrare nella nazionale B. Possono prendere parte ad una gran parte del programma della nazionale e approfittare così delle buone strutture di allenamento. Tra questi vi sono Pascal Schmid, Timo Tantanini e Manuele Ren che facevano parte della nazionale juniori nel 2021.

Piccola nazionale A e molte forti atlete nella nazionale B

La nazionale A della squadra femminile è composta da tre atlete, guidate dalla leader della squadra Simona Aebersold, che ha chiuso quasi tutte le gare internazionali sul podio. Anche Elena Roos ha mostrato con la medaglia d’argento ai CE sprint che anche lei in futuro conterà tra le candidate per una medaglia in particolare nella sprint. Come terza atleta della nazionale A, Sabine Hauswirth completa la squadra. Nell’ultimo periodo non ha potuto concentrarsi sullo sport allo stesso modo che in passato e non è così riuscita ad eguagliare i suoi bei risultati del 2018 e 2019. Nonostante ciò, ha sempre mostrato il suo potenziale come candidata alle medaglie a grandi eventi internazionali.

Eline Gemperle mantiene il suo posto nella nazionale U-23 e in particolare nella sprint ha mostrato che può correre ad un livello molto alto. Nella nazionale B vi sono inoltre due forti atlete come Sarina Kyburz e Paula Gross che possono correre nella Top-Ten a livello internazionale. Marion Aebi festeggia un ritorno nella nazionale B. Era già parte della nazionale élite nel 2014 e nel 2015 e ha potuto festeggiare un bel risultato con il 9° posto alla coppa del mondo a Idre Fjäll. Anche Katrin Müller è di nuovo parte della nazionale élite, fino al 2020 era già parte della nazionale e ha potuto mostrare con un grande miglioramento delle sue prestazioni che l’anno prossimo appartiene sicuramente alla nazionale B. Fanno pure parte nella nazionale B Elena Pezzati, Sofie Bachmann, Martina Ruch, Deborah Stadler così come Corina Hüni, che ha mostrato il suo potenziale con il 4° rango ai CM juniori.

Anschlussgruppe più grande anche tra le donne

Tra le donne sono state selezionate in totale cinque atlete per l’Anschlussgruppe, tra le quali Hanna Wey e Siana Senn, due giovani atleti che l’anno prossimo disputeranno la loro prima stagione élite. “L’Anschlussgruppe è una componente molto buona per mantenere la voglia nello sport di competizione con meno pressione e per svilupparsi vicini alla nazionale. La squadra di allenatori discute regolarmente anche con queste atlete e questi atleti. La porta per la nazionale è quindi aperta per tutti”, ha detto Baptiste Rollier, allenatore della nazionale femminile.

I dettagli sulle selezioni possono venire visionati qui: pdfSelezioni nazionale élite 2022

Swiss Orienteering si congratula con tutti i selezionati e augura il meglio per la stagione 2022!

(Testo: Annalena Schmid, Foto di copertina: Orienteering Focus)

RSS Feed