Onori per Simone Niggli-Luder a Münsingen, suo comune di residenza: una strada che porta il suo nome e - per la prima volta - il merito sportivo comunale. 

sportpreismeunsingen13_weg2.jpg
Simone Niggli scopre la targa con il sindaco Beat Moser

sportpreismeunsingen13_moser.jpg
Beat Moser e Simone Niggli-Luder

sportpreismeunsingen13_aebi.jpg
Fritz Aebi
E' raro che uno svizzero vivente abbia l'onore di una strada a suo nome. Dopo i diversi omaggi ottenuti dal suo comune quali un albero o una panchina,  questo onore è toccato a Simone Niggli-Luder, che ha potuto inaugurare il nuovo viottolo "Simone-Niggli-Luder-Weg" a Münsingen. "Ci passo spesso, è la strada più breve fra casa mia e la stazione" commenta la campionessa.  

E qualche ora dopo riceveva il merito sportivo comunale, dotato di 2000 franchi. La sola sorpresa è data dal fatto che è la prima volta che Niggli veniva insignita di questo premio. E ciò non per cattiva volontà del comune, che ogni anno ha ringraziato la sua illustre concittadina per i suoi successi. Solamente che il regolamento comunale prevede che il vincitore sia proposto da una società o un privato locale. E visto che negli anni scorsi nessuno aveva pensato di proporla, è solo alla fine della sua straordinaria carriera che ha potuto venir premiata.

Fritz Aebi, per molti anni suo allenatore e capo sport d'elite a livello federale,  ha pronunciato la laudatio, definendola "una star, che ha sempre saputo restare con i piedi per terra. Una persona per la quale la parola tranquillità non esiste" ma anche una persona "ambasciatrice della C.O. e dello sport svizzero, simpatica e sempre autentica nei suoi rapporti con gli altri." Fenomenale secondo Aebi la sua calma di fronte alla pressione, e straordinaria la sua capacità a interpretare carta e terreno.  (NR, Fotos Brand New Living Pictures und Nicolas Russi)
RSS Feed