Riconferma della campionessa europea Judith Wyder che si impone a Imatra con 2 secondi su Maja Alm (DEN). Julia Gross ottima terza. In campo maschile Daniel Hubmann è secondo, a 4 secondi dalla vittoria.

wcup14_fin_wyder.jpg
Judith Wyder

wcup14_fin_frauen.jpg
Das Podest der Frauen

wcup14_fin_maenner.jpg
Das Podest der Männer

wcup14_fin_dhubmann.jpg
Daniel Hubmann

wcup14_fin_jgross.jpg
Julia Gross

Il tracciatore ha complicato la vita ai concorrenti: come fu il caso in occasione dei Mondiali 2013, sono state posati 800 metri di barriere che hanno reso particolarmente ostico un centro città per altro semplice.

La Giuditta Wyder nazionale ha confermato la sua classe nella disciplina ed ha saputo interpretare al meglio il labirinto preparato dal tracciatore. In testa da cima a fondo, a parte al secondo punto, non si è sentita però particolarmente a suo agio sul percorso:  "Si doveva fare molta attenzione su ogni tratta, veramente intenso. E non avevi l'impressione di avanzare al massimo".

Stesse sensazioni per Julia Gross, terza a pari merito con Tove Alexandersson e Helena Jansson: "Fisicamente non era dura; ma ho avuto durante tutta la gara il dubbio di non aver fatto la miglior scelta. Ma non ho commesso errori grossolani". 

Hubmann, Leandersson e il sorprendente terzo Yannick Michiels (BEL) si sono battuti in un testa a testa dalla partenza all'arrivo. E' in una lunga tratta a metà percorso che Hubmann ha perso 8 secondi, decisivi alla fine; anche se al punto 12 prendeva la testa, per perderla subito al 13. Così Hubmann: "Molto difficile tenere un buon ritmo a causa della difficoltà del percorso. Ma mi sono sentito bene ed ero sempre pronto ad attaccare". Grazie a questo secondo posto, Hubmann mantiene la testa della generale di Coppa del mondo. .

Molto contento Jonas Mathys, che non fa parte dei quadri nazionali, finito 14esimo: "Non ho mai corso un tale sprint; era così tecnico, che avevi sempre l'impressione di non poter correre al massimo".

Qualche errore da segnalare per gli altri svizzeri, in particolare per  Rahel Friederich e Andreas Rüedlinger, che sono finiti in un paio di occasioni in vicoli ciechi.

Onorevole 20esimo rango per la nostra Elena Roos, quarta in campo svizzero. (NR/BGH/BH)

Risultati

Imatra (FIN). Coppa del mondo sprint.
 Uomini (3,4 km/17 punti): 1. Jonas Landersson (SWE) 12:20. 2. Daniel Hubmann (SUI) 0:04  3. Yannick Michiels (BEL) 0:06.  14. Jonas Mathys (SUI) 0:51. 17. Andreas Rüedlinger (SUI) 1:03. 20. Florian Howald (SUI) 1:07. 24. Alain Denzler (SUI) 1:14.

Donne (3,1/16): 1. Judith Wyder (SUI) 13:01. 2. Maja Alm (DEN) 0:02. 3. Julia Gross (SUI), Tove Alexandersson (SWE) e Helena Jansson (SWE) 0:19.  11. Rahel Friederich (SUI) 1:00. 20. Elena Roos (SUI) 1:20. 24. Bettina Aebi (SUI) 1:27. 32. Brigitta Mathys (SUI) 1:45.     
RSS Feed