Due anni dopo il bronzo nella middle in Svizzera, Fabian Hertner si migliora e ottiene l'argento a Campomulo, presso Asiago. Conclude a 18 secondi dal vincitore Olav Lundanes, che ottiene la prima medaglia per la Norvegia a questi Mondiali. Colpo di scena all'arrivo: Thierry Gueorgiou (FRA), miglior tempo, è squalificato per aver saltato il sesto punto.     

woc14_mittel_hertner.jpg
Fabian Hertner

woc14_mittel_rollier.jpg
Baptiste Rollier

woc14_mittel_akyburz.jpg
Andreas Kyburz
"Un po' come il giura, ma molto più ripido, e anche più sassoso" descrive Baptiste Rollier il terreno di gara a Campomulo, molto tecnico. Terreno che non ammetteva errori e richiedeva molta attenzione in zona punto, con le monte rocce e roccette presenti. In più la visibilità era ridotta fra i punti 5 e 8 con un bosco molto fitto. Ed è proprio lì che il campione mondiale sulla lunga distanza  Thierry Gueorgiou ha dimenticato di passare dal punto 6. Miglior tempo all'arrivo veniva quindi squalificato e non poteva festeggiare la doppietta con la sua morosa Annika Billstam, vincitrice fra le donne.

Ne approfittavano Olav Lundanes, che conquistava la prima medaglia per la Norvegia a questi mondiali, il nostro Fabian Hertner, e l'ucraino (viene dalla Crimea...è ancora ucraino??) Oleksandr Khratov. Medaglia di legno per il neocastellano Baptiste Rollier e quinto Andreas Kyburz. Grandissima prestazione della squadra svizzera, dove per una volta l'ultimo è  Daniel Hubmann, che con tre grossi errori termina "solo" undicesimo.

"Ho sempre controllato tutto, avevo una paura boia di commettere un errore ", descrive Fabian Hertner la sua gara. "Non ho fatto nessun miglior tempo di tratta, dato che ho investito molto tempo per controllare. E senza dei migliori tempi di tratta non si diventa campione del mondo. Ma ho più che raggiunto i miei obiettivi, sono felicissimo" conclude Hertner, che aveva già ottenuto l'argento nella middle agli Europei, alle spalle di Daniel Hubmann.

"Fra il 4 e il 5 ho un po' perso il controllo, non avanzavo, è lì che ho perso tempo; e in più diverse piccole incertezze, in particolare al punto 10", dice Baptiste Rollier, già una volta quarto, nel 2011, sulla lunga distanza; bronzo mancato per un minuto.

Anche Andreas Kyburz ha perso un buon minuto al punto 10: "Ho sbagliato scelta; mi aspettavo di essere raggiunto da Lundanes e Gueorgiou. Dopo il passaggio dall'arena, sono riuscito a tenere il ritmo del francese fino al penultimo". E' per Kyburz il miglior risultato in carriera. 

Delusione per Daniel Hubmann: "Un minuto al 5, due al nove e un minuto e mezzo al 15" gli errori commessi dal turgoviese. Un po' di sfortuna al nove: sul percorso del 5 ha visto un punto, dopo l'otto vi si è diretto, per constatare che non era il punto giusto. Senza errori, visto che il suo distacco è di circa 4 minuti, una medaglia ci stava tutta. (Text Nicolas Russi, Fotos Rémy Steinegger)

Risultati

Campomulo/Gallio (ITA). CM, middle


Uomini (5,86 km/290 m/19 punti): 1. Olav Lundanes (NOR) 38:12. 2. Fabian Hertner (SUI) 0:18. 3. Oleksandr Kratov (UKR) 0:34. 4. Baptiste Rollier (SUI) 1:33. 5. Andreas Kyburz (SUI) 1:53. 6. Lauri Sild (EST) 2:27.  11. Daniel Hubmann (SUI) 4:09. squalificato  Thierry Gueorgiou (FRA).
RSS Feed