210 concorrenti elite hanno preso parte a questa gara spettacolare, con dapprima una qualifica e in seguito per i migliori diverse farfalle nel centro storico del villaggio vallesano a piedi del Cervino.

sow_prolog_hubmann3.jpg


sow_prolog_massenstart_frauen.jpg

 


sow_prolog_ogi.jpg
La zona di gara richiedeva una concentrazione continua; e anche qualche big ci ha lasciato le penne: un grosso errore nei quarti costava la qualifica per le semi-finale a Simone Niggli. Vittoria nelle qualifiche per Mårten Boström, campione del mondo sprint 2013 e per Giuditta Wyder, la tre volte campionessa europea e mondiale.

I dodici migliori si sono dati battaglia nel tardo pomeriggio nelle spettacolari finali, disputate in gruppi di 6. Dopo un primo punto uguale per tutti, i gruppi si dividevano su diverse farfalle.

Alla fine si sono imposti i favoriti Judith Wyder e Daniel Hubmann, la prima con un vantaggio confortevole di 27 secondi sulla norvegese Mari Fasting. Terza Julia Gross. Daniel Hubmann dal canto suo precedeva di 22 secondi Raffael Huber e Matthias Kyburz. 

Discorsi di apertura della settimana zermattese pronunciati dall' OK chef Stefan Aschwanden, dal presidente centrale  Jürg Hellmüller, dal sindaco Christoph Bürgin e dall'inossidabile ex consigliere federale Adolf Ogi. La Swiss O Week sarà la più grande manifestazione di CO mai organizzata in Svizzera con quasi 5000 partecipanti provenienti da 38 paesi. Prima gara oggi domenica nelle stradine di Zermatt.  (Text Jonas Mathys, Bilder Matthias Merkli, Samuel Hebeisen)
RSS Feed