La 42° assemblea dei delegati si è svolta in forma ridotta sabato scorso a Olten. Konrad Graber è stato eletto come successore di Jürg Hellmüller come presidente della federazione. Con Christoph Wildhaber si è potuto eleggere un membro per sostituire Andrea Wyss nel comitato centrale.

La 42° assemblea dei delegati di Swiss Orienteering ha avuto luogo il 7 marzo in forma ridotta nell’aula magna della Fachhochschule Nordwestschweiz Olten. Per poco non si è dovuto spostare completamente l’assemblea a causa del coronavirus – il comitato centrale ha però deciso di spostare di luogo l’assemblea da Bellinzona a Olten e di lasciare via il programma di contorno con visita della città, Bambi-Cup e pranzo. Con 47 partecipanti hanno anche preso parte meno delegati dello scorso anno. I presenti hanno seguito le indicazioni della confederazione e hanno rinunciato a strette di mano e abbracci e hanno mantenuto anche le distanze durante l’assemblea. “Abbiamo discusso intensamente all’interno del comitato centrale riguardo allo svolgersi dell’assemblea dei delegati e siamo contenti di avere potuto ora svolgere l’assemblea in questa forma”, Jürg Hellmüller ha iniziato così l’assemblea di quest’anno.

Dopo l’accettazione dei protocolli dello scorso anno e dell’assemblea straordinaria, così come dei resoconti annuali, è seguito uno sguardo al passato da parte del presidente dimettente Jürg Hellmüller. La varietà che ha potuto vivere in tutti gli anni di servizio nella federazione, è notevole. Non solo i successi internazionali delle tre discipline di C.O., bensì anche gli importanti incontri in tutte le parti del Paese e con altre nazioni, gli fanno ripensare ad un periodo intenso e bello. In totale Jürg Hellmüller ha fatto parte per 15 anni del comitato centrale e dal 2014 è stato presidente.

Matthias Scherrer ha presentato in seguito i conti annuali che si sono chiusi con un guadagno di 35'000 franchi. “Sono molto sollevato per il risultato positivo e vorrei ringraziare tutti coloro che hanno aiutato a mettere in pratica le misure di risparmio”, ha riassunto Matthias Scherrer.

Jürg Hellmüller diventa nuovo membro onorario

Gli alberi di C.O., che vengono consegnati come ringraziamento per il grande lavoro nella C.O., sono stati consegnati a cinque persone o organizzazioni. Questi erano il comitato organizzativo della SOW 2019 a Gstaad, Vroni König-Salmi, la federazione di C.O. argoviese (AOLV), Lukas Stoffel e Judith Schmid. La parola è stata poi presa da Hansueli Mutti, che ha fatto un discorso di laudatio per il presidente dimettente Jürg Hellmüller e ha così portato i presenti ad un viaggio attraverso il grande lavoro che Jürg Hellmüller ha svolto al servizio della C.O. e della federazione. “Fai qualcosa, fallo con felicità e passione”, era l’idea lungo tutto il discorso di Mutti. Con un grande applauso Jürg Hellmüller è stato poi eletto come membro onorario. È stata poi salutata dal comitato centrale Andrea Wyss, vicepresidente per sei anni. Ha permesso al comitato centrale di progredire grazie al suo pensiero critico. Per questo le si deve un grosso grazie.

Si sono poi discusse due richieste di membri. La richiesta iniziale di “società sCOOL”, che prevedeva di staccare il programma sCOOL dalla federazione, è stata completata poco prima dell’assemblea dei delegati con una richiesta di cambiamento. Nono si richiedeva più la creazione di una società staccata, ma richiedeva un maggiore controllo e una migliore presentazione del programma da parte della federazione. Sia la richiesta iniziale che la richiesta di cambiamento sono stati rifiutati. 

Ha portato a discussioni più lunghe il referendum per il cambiamento dell’articolo del WO 150. Questo cambiamento prevedeva che ai campionati svizzeri staffetta e a squadre tra gli élite vengano assegnati titoli e medaglie solo a squadre completamente di una società. È stato fatto un referendum contro questo cambiamento da parte di tre società e di una federazione regionale. Alla fine, i delegati si sono accordati che il comitato centrale ritirasse il cambiamento e che rielaborasse il nuovo articolo per portarlo a votazione alla prossima assemblea dei delegati.

Nuova composizione del comitato centrale

Dopo che si sono salutati i due membri del comitato centrale Andrea Wyss e Jürg Hellmüller, vi erano tre elezioni. Konrad Graber si è messo a disposizione come sostituto del presidente ed è stato eletto come nuovo presidente della federazione con un applauso. “Mi sta a cuore di ottimizzare ulteriormente le strutture e i processi della federazione e di sviluppare così ulteriormente la professionalizzazione del segretariato. Mi felicito per una buona collaborazione non solo all’interno del comitato, bensì anche con il segretariato e con i membri della federazione”, ha detto il nuovo presidente.

È stato eletto come nuovo vicepresidente Tom Bührer, che era già membro del comitato centrale. Come nuovo membro del comitato centrale è stato eletto Christoph Wildhaber. È stato in precedenza a lungo presidente della federazione di C.O. argoviese.

L’assemblea dei delegati di quest’anno è stata chiusa con alcune informazione dalla federazione, tra le altre cose riguardo la situazione con gli sponsor. Si è contenti che tutti gli sponsor hanno prolungato i loro contratti anche nel 2020 e che con EGK si è potuto addirittura discutere di un aumento del contributo, così che il programma sCOOL possa venire sostenuto finanziariamente non solo da Prof. Otto Beisheim Stiftung ma anche da EGK.
 

Testo: Annalena Schmid
Immagini: Stefan Schlatter


RSS Feed