In questo articolo vengono date risposte a domande poste spesso riguardo al concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering. Il concetto di protezione lo si trova in fondo al testo. 

(viene aggiornato continuamente, stato: 08.05.2020)

Con il concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering è regolato come si può organizzare un allenamento nel bosco. Quali punti devono venire considerati maggiormente rispetto ad un normale allenamento?

  • Iscrizione: È obbligatoria, in modo che i partecipanti all’allenamento arrivino il più puntuale possibile rispetto al loro orario di partenza (non troppo presto e non troppo tardi) e che partano divisi, così che si evitino assembramenti di persone. Con un sistema online come doodle o dropbox si possono assegnare l’orario di partenza e il percorso con le informazioni possono essere esportati tutti assieme online.
  • Protocollo di partenza e arrivo: Deve avvenire in maniera impeccabile senza dimenticanze (per seguire una possibile catena di infezioni).
  • Stampa cartine e percorsi: Copiare il percorso sul posto mantenendo la distanza minima di sicurezza è difficile. Per mantenere la distanza continuamente consigliamo di assegnare il percorso durante l’iscrizione online e che l’organizzatore dell’allenamento porti la carta stampata all’allenamento. In alternativa i partecipanti all’allenamento possono portare il percorso stampato individualmente.
  • Concetto di protezione supplementare: Per l’allenamento offerto deve esserci un concetto di protezione concreto e individuale della società che mostri come vengano attuate le misure del concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering nell’allenamento della società.

Il concetto di protezione concreto e individuale delle società deve venire accettato da Swiss Orienteering o dalle autorità?

No, i concetti di protezione concreti e individuali delle società non devono essere accettati né da Swiss Orienteering né dall’UFSP o dall’UFSPO. La società deve però potere mostrare il concetto alle autorità, se vi è un controllo. La creazione del concetto di protezione concreto e individuale è quindi una responsabilità individuale delle società.

Quali documenti devono essere dati ai membri della società per l’allenamento?

L’organizzatore dell’allenamento deve conoscere i contenuti del concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering e deve usarli per creare il concetto di protezione concreto e individuale. Si consiglia di consegnare ai partecipanti il concetto di protezione concreto e individuale della società, così come le regole di comportamento di Swiss Olympic.

Le società possono mettere a disposizione reti di punti fissi?

Sì. Nell’utilizzo deve essere rispettato il concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering. Il consiglio di Swiss Orienteering del 22 marzo, di evitare i punti fissi, è stato eliminato con il concetto di protezione per gli allenamenti.

Si possono organizzare gare?

No, il concetto di protezione riguarda solo gli allenamenti. Tutte le gare sportive sono vietate almeno fino a e compreso il 7 giugno 2020. Una nuova valutazione della situazione da parte del Consiglio Federale è attesa per il 27 maggio.

Hanno nuovamente luogo eventi sCOOL?

Swiss Orienteering vuole offrire nuovi eventi sCOOL rispettando le misure di protezione. Riguardo la possibilità di svolgerli decidono individualmente le scuole. Durante lo svolgimento valgono i concetti di protezione delle scuole così come il concetto di protezione di sCOOL di Swiss Orienteering. Visto che gare e manifestazioni sono vietate fino ad almeno il 7 giugno 2020, non hanno luogo le sCOOL-Cup. Anche gli eventi FamCOOL non avranno luogo almeno fino al 7 giugno.

Si possono organizzare campi di allenamento?

Alcune selezioni regionali hanno organizzato un campo d’allenamento estivo all’estero. Il Consiglio Federale e anche Swiss Orienteering sconsigliano vivamente di pianificare all’estero campi di allenamento estivi. Vi è troppa insicurezza riguardo la riapertura dei confini, il trasporto e l’alloggio comune, … Anche per i campi di allenamento delle nazionali élite e juniori in agosto Swiss Orienteering ha un piano B in Svizzera.

Dal Consiglio Federale è regolato in maniera esplicita solo lo svolgimento di allenamenti. I campi possono però svolgersi, se si rispettano le misure attuali sul coronavirus del Consiglio Federale:

  • Il trasporto al e dal campo deve avvenire in piccoli gruppi di al massimo 5 persone, idealmente i partecipanti vengono portati dai genitori in modo che le regole di social distancing siano rispettate.
  • Il trasporto durante il campo deve rispettare le condizioni di social distancing: al massimo 5 persone assieme, Distanza di 2 m tra ogni persona. Una variante è di essere in giro in bici in gruppi di al massimo 5 persone (monitore compreso).
  • Un alloggio nel bosco su una carta e in piccole tende (bambini di uno stesso nucleo famigliare condividono una tenda) sono varianti possibili. In un alloggio vi deve essere abbastanza spazio per i partecipanti (10m2 per persona, 2 m tra i letti), …
  • Per l’alloggio vi deve essere o deve essere creato un proprio concetto di protezione per il vitto e per il pernottamento. Questo deve essere rispettato. Per gli allenamenti vale il concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering.
  • Dall’attuale concetto di protezione per gli allenamenti di Swiss Orienteering segue che i tradizionali eventi come staffette del campo devono avvenire senza partenza in massa.
  • Non è ancora chiaro se queste condizioni valgono ancora in estate. Nel momento della riservazione dell’alloggio è meglio prendere in considerazione le condizioni valevoli al momento.
Dove trovo ulteriori informazioni?

Qui trovate i concetti di protezione per allenamenti di Swiss Orienteering in tedesco, francese e italiano:

pdfTrainings-Schutzkonzept_Swiss_Orienteering.pdf

pdfConcept_de_protection_pour_lentraînement.pdf

pdfConcetto_di_protezione_allenamenti_Swiss_Orienteering.pdf

 

RSS Feed