Nella prima gara individuale dei mondiali di Ski-OL a Krasnojarsk Gion Schnyder è arrivato 16. È andato particolarmente bene nella seconda metà.


Schnyder ha potuto allenarsi di nuovo sugli sci solo da due settimane a causa di un infortunio al ginocchio. Per questo è partito insicuro. "Era difficile mentalmente, ricevere questa insicurezza dalla testa. Così ho iniziato nervoso e poco coerent nelle decisioni, cosa che si è mostrata nel cambio spontaneo delle scelte", a detto il 31enne. Dopo ha però notato che l ginocchio poteva venire sforzato al massimo. "Da lì via sono entrato in gara, potevo concentrarmi sulla tecnica e spingere fisicamente."

A Sandro Truttmann (24.) è andata al contrario, con una molto buona prima parte. "Per la sprint di oggi avevo pianificato di partire tranquillo e pulito e leggere sempre prospettivamente la carta. Questo mi è risucito ottimamente e anche fisicamente mi sentivo fresco", ha detto lo svizzero centrale riguardo il suo inizio di gara. Al 10. punto ha avuto un problema a timbrare il punto ed è caduto con il torace contro un ceppo d'albero. Dopo che si è ripreso dalla caduta ha finito la gara ma ha perso continuamente tempo a causa della botta alle costole.

"Si può costruire a partire dalla gara di oggi", ha detto fiducioso l'allenatore Thierry Jeanneret. "Sandro ha fatto una gara molto buona fino alla caduta e dagli europei ha potuto acquisire fiducia. Gion ha notato nella sprint di oggi che il ginocchio tiene anche su neve dura e nelle tracce strette di motoslitta."
(Testo Annetta Schaad, Foto archivio Martin Jörg)

Classifiche: http://www.wsoc2017.ru/en/results/competition_results
Pagina web: http://www.wsoc2017.ru/en

RSS Feed