Con l'odierna long dei mondiali gli svizzeri hanno concluso la stagione di Ski-OL. La gara - 24 km, 890 metri di dislivello e 49 punti - è stata difficile anche per il ghiaccio presente.

"Sarebbe stata la long più affascinante della mia carriera finora", ha detto Gion Schnyder. Nonostante ciò la ragione ha vinto sul 31enne. Gli è riuscita una buona partenza e ha subito trovato un buon ritmo. Ma il ghiaccio sulle tracce hanno avuto un brutto effetto sul suo ginocchio che si sta riprendendo da un infortunio sempre più. "Le discese pazze hanno chiesto troppo al mio ginocchio in questa condizione." Per non rischiare un altro infortunio ha interrotto la sua gara.

A Sandro Truttmann non è andata meglio, che si era schiacciato le costole con una caduta nella sprint a metà settimana. Questo ha pregiudicato ancora la sua gara. Più lunga diventava la gara, maggiori erano i problemi. "Sulle salite dovevo spesso fermarmi per respirare", ha detto il 25enne. "Nel terzo giro ho poi dovuto dire a me stesso che non aveva senso terminare la gara. Naturalmente sono deluso, di dovermi essere ritirato dalla gara. Ma dopo l'infortunio della sprint non era possibile terminare questa long brutale." La fine della stagione permette però ad entrambi di avere abbastanza tempo per riprendersi dagli infortuni.
(Testo Annetta Schaad, Foto archivio Christian Aebersold)
Risultati: http://www.wsoc2017.ru/UserFiles/20170311_long.pdf
Pagina web organizzatori: http://www.wsoc2017.ru/en

RSS Feed