Alina Niggli si è assicurata la sua prima medaglia agli EYSOC con solo 18 secondi di ritardo dalla vincitrice russa Siegerin Chemykh e 5 dalla seconda russa Riazanova. Lea Widmer ha mancato il podio tra le juniori con il quarto posto a 1:25 minuti dal podio.

Niggli si è mostrata molto contenta per la sua prestazione, anche perché non sapeva cosa attendersi dalla sua prima gara ad un europeo giovanile. "Per il primo punto ho preso una traccia troppo presto, ma ho notato velocemente il mio errore e ho poi portato all'arrivo una buona gara. Sapevo sempre dove andavo e non ho avuto sorprese."ESOC 2018 Alina1
Le altre svizzere tra le W17 hanno vissuto un'altra gara: Nonostante una caduta sul pollice Flurina Müller ha portato all'arrivo un bel 10. posto gareggiando con forti dolori, una delusa Natalja Niggli ha raccontato di una rottura del bastone già al terzo punto, cosa che le ha tolto la possibilità di ottenere un piazzamento migliore del 15. rango. Delia Giezendanner non si è trovata al meglio sulla cartina Starina e ha chiuso la sprint al 33. posto.

Tra gli M17 sia il bernese Andri Jordi che il ragazzo di Einsiedeln Gian-Andri Müller sono arrivati nei primi dieci. Jordi, contento con la sua gara, ha avuto un finale migliore arrivando 7. con 17 secondi su Müller al 9. posto.

Ero molto nervosa prima della gara, essendo la prima tra le juniori W20 e dopo avere sentito le storie della sera prima su ruscelli, discese ripide e posti senza neve", ha detto Lea Widmer. "Durante la gara non mi ha però disturbato, anzi mi sono divertita ancora di più con queste difficoltà aggiuntive!" Il 4. posto con un ritardo di 1:25 minuti lo dimostra chiaramente. Le altre svizzere hanno avuto un po' più di ritardo, 21. rango per Eliane Deininger, 29. per Flurina Bieri e 33. per Livia Giezendanner.

Tra gli juniori il miglior piazzato Nicola Müller era un po' arrabbiato per la sua prestazione, sperava in qualcosa più ESOC 2018 Nicola Sprint di un 13. posto a 2:19 minuti dal vincitore russo Linkevich. Corsin Boos era contento con il suo 15. posto. Gli altri svizzeri si sono classificati al 19. posto Lukas Deininger, al 30. Severin Müller e al 34. Andrin Bieri. Questi ha avuto un problema con il sostegno della cartina, visto che non poteva tenere dentro bene la carta era distratto tutta la gara e non riusciva a concentrarsi bene sul compito più importante della lettura della carta.

 

 

La mixed-relay degli élite è andata alla favorita Svezia con Tove Alexandersson / Erik Rost, la Svizzera ha raggiunto il 18. posto, rispettivamente 9. posto per nazioni, con Laura Diener / Gion Schnyder. Un migliore piazzamento è stato difficile da raggiungere dopo una caduta in prima tratta in un ruscello di Laura Diener. Gli allenatori hanno poi avuto da fare nel procurarle guanti asciutti per la seconda e terza tratta per evitarle delle mani troppo gelate.

 

Link per la pagina degli organizzatori
Link per i risultati della sprint EYSOC e JWSOC
Link per i risultati della ESOC-Mixed Relay

RSS Feed