A Khanty-Mansiysk si sono aperte finali di coppa del mondo e europei con una sprint. Il leader della squadra Gion Schnyder è arrivato ottavo dopo avere avuto un inizio difficile.

Il terreno ripido attorno allo stadio del biathlon di Khanty-Mansiysk ha richiesto tutto ad atlete e atleti. Una difficile rete di tracce nel bosco fitto con molta legna a terra ha reso difficile l’orientamento, in mezzo a ciò vi erano parti veloci su pista. Le discese erano più corte del previsto e grazie alle buone condizioni della neve erano più facili da affrontare in confronto a quelle in Svezia, che erano spesso ghiacciate.

Gion Schnyder ha aperto la sua settimana di gare con un ottavo posto nella sprint. Ha perso 50 secondi dal vincitore russo Sergey Gorlanov. Dopo una partenza controllata era già 40 secondi dietro al primo intermedio. Durante la gara ha però lottato risalendo fino a soli 15 secondi dalla testa, alla fine ha però perso nuovamente del tempo con piccoli errori. “Rispecchia il mio livello nella sprint. Penso che qui non sono ancora migliore. Ma neanche peggio. Devo quindi essere contento con questo e accettare che non basta ancora per essere più in avanti», ha detto Schnyder dopo la gara.

Sprint WCUP GionSchnyder 1
Gion Schnyder (foto d'archivio)

Secondo miglior svizzero il lucernese Noel Boos. Finisce 32° ed è così contento in generale.
“Non ho cercato nessun punto. La gara è andata via in maniera fluida ma vedo ancora del potenziale per arrivare più in avanti. Dimostrarlo domani sarà il mio obiettivo.” Lukas Deininger ha occupato il 41° rango ed era molto frustrato all’arrivo. Dopo un errore importante al secondo punto è stato preso dall’atleta partito dietro di lui, cosa che lo ha portato completamente fuori dal concetto. Fino alla fine non è riuscito a ritrovare il ritmo, gli errori si sono susseguiti. “Ancora una volta non mi è riuscito di mostrare una prestazione stabile. So però esattamente a cosa è dovuto e ho una buona sensazione in corpo.”

esoc2020 sprint noelboos
Noel Boos verso l'arrivo

Lars Widmer vuole pure prendersi una rivincita su sé stesso nella gara di domani. È arrivato 47°. “Mi sono preso troppo poco tempo per le decisioni e mi sono stressato”, ha detto lo zurighese all’arrivo.

Domani il quartetto affronterà la middle con massenstart. Questa inizierà alle 11:30 ora svizzera e sarà trasmessa nuovamente live. La produzione TV è nuovamente ad un alto livello e mostra la Ski-OL dal suo lato migliore.

Link pagina web: https://esoc2020.ugrasport.com
Link risultati, GPS e livestream sprint: https://esoc2020.ugrasport.com/races/sprint-results/
Link risultati, GPS e livestream middle: https://esoc2020.ugrasport.com/races/middle-distance

(Testo: Lukas Deininger, Foto: Archivio Christian Aebersold & UgraMegaSport)

esoc2020 sprint larswidmer
Lars Widmer ha avuto una giornata difficile
RSS Feed