Ancora una volta Gion Schnyder vince un diploma ai campionati europei di sci orientamento in Bulgaria – si piazza al 6° posto. Sui terreni ripidi con neve fresca e soffice, le vittorie ai campionati europei vanno di nuovo entrambe alla Russia.

Nonostante la tempesta di neve di ieri, la middle di oggi a Chepelare, in Bulgaria, è potuto essere svolta secondo i piani, anche se le condizioni di oggi erano difficili. Da un lato, il terreno ripido, che si basava sulla rete di piste un po' più estesa dello sprint, era impegnativo. D'altra parte, faceva molto freddo e la neve era molto morbida, il che rendeva la corsa impegnativa, quindi i tempi dei vincitori, almeno nella gara maschile, sono stati più alti del previsto.

Gion Schnyder si è adattato molto bene alle condizioni. Il 36enne di Siat ha vinto il suo secondo diploma ai campionati europei di quest'anno e ha terminato al 6° posto. Al traguardo era soddisfatto: "Ho potuto correre controllando bene la situazione e mi sono preso il tempo per scegliere consapevolmente i percorsi”. Oltre alle componenti tecniche, anche la forma fisica di Schnyder sembra essere buona, nonostante un infortunio al pollice che ha subito sei settimane fa e che gli ha causato dei dubbi sulla sua forma, che ora può ovviamente mettere da parte.

Severin Müller ha terminato come secondo miglior svizzero al 26° posto ai Campionati Europei (12° Campionato del Mondo U-23). Il Bernese ha riferito di essere partito bene ed era andato molto bene fino a quando non ha perso un po' di tempo dopo piccoli problemi con gli sci. Andri Jordi (34° agli Europei e 17° ai Mondiali U-23), Flavio Erger (38° agli Europei e 19° ai Mondiali U-23) e Lars Wilmer (48°) hanno completato la classifica dal punto di vista svizzero.

Come nello sprint, la vittoria nella gara maschile è andata al 25enne russo Vladislav Kiselev.

Nella gara femminile, Mariya Kechkina (Russia) è stata incoronata campionessa europea, con soli 17 secondi di vantaggio sulla svedese Lisa Larsen, che vive in Svizzera.

Anche la più grande speranza svizzera, Eliane Deininger, quarta nella classifica dei campionati del mondo U-23 nello sprint, avrebbe avuto un buon risultato oggi, ma ha purtroppo dimenticato di timbrare un punto in una discesa particolarmente veloce e di conseguenza non è stata classificata. Deininger è ora ancora più impaziente di partecipare alla prossima staffetta sprint, che disputerà con Gion Schnyder come Team Svizzera 1.

Alina Niggli è stata in grado di confermare la sua prestazione dallo sprint e oggi è migliorata sempre più durante tutta la gara, finendo al 26° posto (9° Campionato del Mondo U-23). Dietro di lei, Delia Giezendanner ha migliorato la sua prestazione nello sprint e ha finito al 36° posto (16° Campionato del mondo U-23), Natalja Niggli ha finito al 38° posto (18° Coppa del Mondo U-23).

Invece del giorno di riposo, la staffetta sprint sarà recuperata domani, martedì.

Tutti i risultati: https://orienteering.sport/event/european-ski-orienteering-championship/middle/
Pagina organizzatori: https://esoc-wmsoc2022.bg/

(Testo: Sven Aschwanden, Foto: Archivio Christian Aebersold)
RSS Feed