Alla fine dei campionati europei in Bulgaria, le squadre svizzere si sono classificate al 6° posto sia nella gara femminile sia in quella maschile. Gli atleti russi sono stati di nuovo i vincitori.

I campionati europei si sono conclusi sulla rete di piste della media distanza con le gare di staffetta. Ancora una volta, era necessaria una lettura precisa della mappa per trovare le piste giuste nella fitta rete di piste. Inoltre, si doveva aumentare la velocità su due tratte più lunghe e facili. Le vittorie nelle gare femminili e maschili sono andate alle squadre della Russia.

Delia Giezendanner ha aperto la gara per le donne svizzere. L’ha fatto furiosamente e ha corso nella zona di passaggio del cambio al 5° posto assoluto, che corrispondeva al terzo posto nazionale. "Ho fatto una buona gara e ho continuato a vedere altri corridori, il che ha aiutato", ha riferito la Grigionese al traguardo. L'atleta della seconda tratta, Eliane Deininger, è stata in grado di mantenere la sua posizione e persino di aumentare un po' il suo vantaggio sulle inseguitrici. Ha fatto una buona gara, ma ha anche beneficiato di farsta più corti, ha detto Deininger. Così, le donne svizzere erano ancora in lotta per il bronzo dopo due tratte. Alina Niggli è stata l'ultima a partire per la Svizzera. Come Giezendanner, Niggli è ancora una junior. Tuttavia, ha fatto una buona gara, ma ha perso qualche posizione a causa dei farsta più lunghi. Così alla fine è arrivata sesta a livello nazionale e nona in assoluto. Per questa squadra molto giovane, questo è certamente un risultato eccellente, che promette molto per le staffette future.

La squadra maschile era composta da Severin Müller, Gion Schnyder e Andri Jordi. Il primo a partire, Severin Müller, è apparso molto davanti al punto spettacolo con un tempo molto buono, questo dopo una scelta di percorso intelligente. Purtroppo un errore nella seconda metà del percorso l’ha buttato un po' indietro, in modo che ha cambiato a Schnyder all'8° posto assoluto, ma in lotta per un diploma. Schnyder oggi si sentiva forte e ha recuperato due posizioni. Andri Jordi sulla tratta finale ha anche fatto un buon lavoro e ha portato a casa il diploma come 6° nazione (8° assoluto).

La seconda squadra svizzera nella gara maschile era composta da Flavio Ehrler e Lars Widmer ed è stata completata da Natalja Niggli della squadra femminile a causa dei casi di Corona prima di partire per la Bulgaria. La squadra si è piazzata al 15° posto assoluto, con Lars Widmer in particolare che ha gestito una buona corsa e ha perso solo 3 minuti dai primi.

Il commento finale dell'allenatore della squadra nazionale Gion Schnyder: è stata un’ottima trasferta in Bulgaria. La squadra molto giovane ha corso bene e soprattutto ha mostrato un ottimo atteggiamento e molta gioia e motivazione. Questo e le prestazioni sorprendentemente forti nella staffetta hanno mostrato il potenziale per il futuro.

Tutti i risultati: https://orienteering.sport/event/european-ski-orienteering-championship/relay/
Pagina organizzatori: https://esoc-wmsoc2022.bg/

(Testo: Sven Aschwanden; Foto Archivio Christian Aebersold)
RSS Feed