Simon Brändli si è preso l’oro nella long degli europei di Bike-OL in Lituania. Flurin Schnyder ha vinto un’altra medaglia con il bronzo tra gli juniori dopo l’oro nella sprint.

2022 05 21 braendli
Simon Brändli ha vinto l’oro...


2022 05 21 schnyder
... e Flurin Schnyder il bronzo


2022 05 21 henseler
Noé Henseler ha sprintato al 5° rango...


2022 05 21 jaeggi
... e Adrian Jäggi all’8°

Dopo che nella sprint mancavano due secondi per il podio, oggi, Simon Brändli ha vinto con un minuto di vantaggio sul dominatore dei mondiali dello scorso anno Samuel Pökälä (FIN). Brändli voleva puntare ai CE soprattutto sulla sprint, anche perché dopo una preparazione non ideale non sapeva bene dove si trovava fisicamente. “Ho dovuto per prima cosa digerire questo quarto posto e lavorare mentalmente per credere, nonostante ciò, pienamente in me stesso anche oggi.” La long era dura fisicamente con scelte interessanti. “Sono andato bene e ho potuto spesso stimare come stavo andando quando incrociavo Pökälä partito prima di me e notavo di avere guadagnato tempo su di lui – questo mi ha motivato chiaramente ancora di più a spingere.” Ha già avuto un ruolo decisivo la tratta lunga per il punto 15: sebbene abbia incrociato andando al 14 tre degli atleti partiti prima di lui, non si è lasciato influenzare e ha preso deciso la sua scelta alternativa. Così ha preso uno, rispettivamente due minuti a Waldmann (AUT) e Ludvik (CZE), che fino a quel punto erano in testa con lui. “Sono riuscito a tenere fino alla fine e a dare tutto e sono molto contento per l’oro!” Ha detto un distrutto Brändli all’arrivo.

Dopo l’oro juniori nella sprint di ieri, Flurin Schnyder ha convinto anche oggi con una bella gara fino al bronzo. Anche se la sua gara è iniziata proprio male. «Quando sono partito dal primo punto non avevo ancora preso definitivamente una scelta, ho letto troppo poco bene la carta e ho così subito preso il bivio sbagliato e non sapevo più dove ero.” Su un grande sentiero è riuscito a ritrovarsi, ma ha perso diversi minuti. In seguito, l’ha recuperato il poi vincitore Rojgard Sverre (SWE). “Ci siamo visti regolarmente e ci siamo spinti a vicenda. Il resto della gara l’ho finito praticamente senza errori”, ha detto Schnyder dopo la gara dura fisicamente. “Alla fine, era una questione di testa – continuare a spingere anche se fa già tutto male.”

La squadra svizzera ha brillato con una grande prestazione di squadra: Noé Henseler è arrivato 5° tra i giovani e ha così vinto un diploma. Tra gli élite, Adrian Jäggi e Silas Hotz hanno mostrato belle gare con i ranghi 8 e 12. Ursina Jäggi e Noah Rieder si sono classificati a metà classifica con i ranghi 20 e 23. 

Risultati live
GPS uomini
GPS donne
GPS juniori
GPS giovani

Video riassuntivo della long

(Testo: Beat Schaffner, Foto: Patrick Henseler)
RSS Feed