Tempesta per l'inizio del campo di allenamento della nazionale in Portogallo. I primi due giorni sotto la pioggia.


tl_portugal14_karte1.jpg
 
tl_portugal14_land1.jpg
 
tl_portugal14_training1.jpg
 
Il primo allenamento domenica pomeriggio, subito dopo l'arrivo in Portogallo, si è svolto nella burrasca; tutti erano contenti di lasciare il bosco sani e salvi. nella prima notte é caduta moltissima acqua e ci sono state inondazioni un po' dappertutto.


Ma gli orientisti sono dei duri, e non si sono lasciati impressionare dalla pioggia caduta anche lunedì e martedì. Le temperature non erano certo quelle attese, con un massimo di 14-15 gradi.


A parte il tempo tutto si è svolto secondo programma: un allenamento curve di livello senza bussola (vedi cartina), un altro con la bussola ma con una cartina senza strade, svolto dagli uomini in notturna. Martedì fra gli altri un allenamento sprint.


A parte Ines Brodmann, a letto con l'influenza, tutti sono sul piede di guerra. Ha dovuto per contro rinunciare all'ultimo minuto il campione mondiale juniori Florian Schneider a causa di una tendinite. (NR, Fotos Lea Müller)
RSS Feed