Daniel Hubmann e Simone Niggli hanno dominato gli Svizzeri in notturna. Netto domininio per i due esperti orientisti nel Meggerwald, con parecchi minuti sulla concorrenza. Fra gli juniori vittorie per Riccardo Rancan e Simona Aebersold. Oro in D18 per Elena Pezzati.
2016 nom start 2
Impressioni alla partenza…


2016 nom start
….

2016 nom elite
Il podio elite...


2016 nom junioren
...e il podio juniori.


 

Inizio stagione particolarmente riuscito per Daniel Hubmann. Nel bosco lucernese del Meggerwald il turgoviese lascia tutti i concorrenti a oltre 4 minuti. Il campione mondiale è sorpreso di questo notevole vantaggio, anche se è particolarmente soddisfatto della sua gara, corsa senza errori. Visto che settimana scorsa era ancora raffreddato, il risultato è per lui inatteso, perlomeno nella sua ampiezza.  

Daniel Hubmann precede in classifica il fratellino Martin, anch'egli molto soddisfatto del risultato; soprattutto per il fatto che fino a metà gara era alle calcagna del fratello maggiore. Nella seconda parte di gara commetteva due errori, che gli costavano un minuto e mezzo. Dopo un inverno dedicato soprattutto allo studio, con un solo allenamento giornaliero, il suo risultato è eccellente. Solo sulle tratte più lunghe appare il suo deficit di minuti di allenamento.

Il campione uscente Matthias Kyburz doveva accontentarsi del terzo rango, dopo aver cercato per un minuto e mezzo il primo punto. Conclude a 27 secondi dall'argento.

Niggli precede Jenzer e Gross
Anche in campo femminile il dominio della vincitrice, la sempiterna Simone Niggli, è netto. Solo problemino per la vincitrice il primo punto, in una gara che ha particolarmente appprezzato, malgrado le dure salite sulle numerose colline presenti sul percorso.

Argento a 4 minuti dal titolo per la bernese Sarina Jenzer, che chiude - dopo 76 minuti di gara - con 20 secondi sulla terza classificata, Julia Gross. La campionessa uscente commetteva un paio di errori, in una gara che ha apprezzato, soprattutto per le esigenti zone tecniche.
Assenti a questa NOM le due nazionali Judith Wyder e Sabine Hauswirth.

Distacchi notevoli anche fra gli juniori. In campo maschile si impone Riccardo Rancan dell'OLG Pfäffikon, davanti a Joey Hadorn e Nick Gebert. Ben sette i minuti di distacco fra l'argento e il bronzo, sia per i maschietti che per le signorine.
Da segnalare in campo ticinese l'oro di Elena Pezzati, al suo debutto nella nuova categoria D18. Risultato completato in campo giovanile da altre 3 medaglie.

Lauenstein e Niggli vincono la prima nazionale

Dopo la NOM, i concorrenti si sono dati apputamento sul Lindenberg, presso Muri, per la prima Nazionale. Parecchie le assenze di prestigio fra l'elite.  
Nuova vittoria in campo femminile per Simone Niggli, malgrado le gambe pesanti dopo la vittoria nella notte. Eccellente secondo posto per la ticinese Elena Roos, davanti a Isabelle Feer.
In campo maschile vittoria per un altro "anziano", il neocastellano Marc Lauenstein, che si impone davanti a  Christoph Meier e Ueli Werren.
Fra gli juniori si impongono la friburghese Valerie Aebischer, davanti a Simona Aebersold, e Joey Hadorn. quinto Tobia Pezzati.
(Text: Véronique Ruppenthal; Bilder: Samuel Hebeisen)

Classifiche NOM
 

RSS Feed