Dopo un test fisico, Judith Wyder si vede costretta a rinunciare alla finale sprint.

Il test effettuato sul mezzogiorno non ha dato i risultati sperati. Il recupero non ottimale della défaillance di ieri, i dolori dorsali e le gare a venire (staffetta, distanza lunga), hanno sconsigliato l'atleta e lo staff tecnico su un impiego nella gara odierna.

Untröstlich, frustriert, enttäuscht, von Schmerzen geplagt lag Inconsolabile, frustrata, delusa, in preda a dolori, Judith Wyder ha lasciato la zona d'arrivo della staffetta sprint mista di ieri sostenuta dal medico e dal fisioterapista. tutt'altro dell'epilogo dello scorso anno a Trento, allorquando Wyder aveva concluso la staffetta regalando la vittoria alla Svizzera nella prima edizione di questa nuova disciplina.


Non si conoscono ancora esattamente le cause di quanto avvenuto. Si tratta probabilmente di una combinazione di fattori: lo stress della partenza - un secondo dietro Maja Alm (DEN) quale leader della squadra e in difesa del titolo mondiale -, i suoi problemi di schiena, la forma momentanea. Al medico Peter Züst e al fisioterapista Manuel Bischofbergernon restava che concentrarsi sulle gare a venire. 

(Jörg Greb)
RSS Feed