Flurina Müller, Delia Giezendanner e Alina Niggli hanno colpito ancora e si sono assicurate il bronzo nella staffetta. Gli juniori Nicola Müller, Lukas Deininger e Corsin Boos possono essere contenti del 4. posto e le juniori Eliane Deininger, Lea Widmer e Flurina Bieri per il diploma con il 6. posto.

Condizioni perfette in occasione dell'ultima gara dei campionati giovanili e juniori in Bulgaria. Durante la notteESOC 2018 W17 è caduta un po' di neve che ha coperto il suolo duro così che la fiaba invernale si è quasi realizzata. Le tre W17 hanno sfruttato questo per rendere la loro giornata molto piacevole. Flurina Müller ha fatto quasi tutta la tratta da sola, cosa che ha fatto bene alla sua nervosità iniziale, visto che si è concentrata completamente su di sé e sulla sua prestazione. Il cambio a Delia Giezandanner in 2. posizione era la giusta ricompensa per tutto ciò. Giezendanner è riuscita perfino a superare la prima finlandese, ma ha perso la prima posizione quando a metà gara ha fatto la scelta più lenta dove ha dovuto addirittura togliere gli sci perdendo poi molto tempo nel rimetterli. Nonostante questo problema è riuscita a dare il cambio all'ultima trattista Alina Niggli in seconda posizione. Niggli Non è riuscita a percorrere in maniera ottimale tutte le tratte e per il 5 ha fatto una grande scelta sbagliata. Così la russa dietro di lei è riuscita a sorpassarla. Per la Svizzera è comunque arrivato un magnifico bronzo.

Tra gli juniori M20 vi erano due staffette svizzere alla partenza. Una squadra juniori e una squadra mista juniori/giovaniESOC 2018 H20. Il primo trattsita della squadra msita è andato bene e al primo cambio Svizzera 2 era davanti a Svizzera 1. I due atleti giovani non sono però riusciti a tenere la velocità degli altri concorrenti e così hanno ottenuto un 11. rango. La prima squadra svizzera è poi cresciuta e Nicola Müller ha mostrato in seconda gara un'ottima prestazione senza errori. Corsin Boos ha portato la squadra poi ancora vicino al podio, dove i primi tre erano gia definiti. La gioa per il quarto posto è stata però più grande per il mancato podio.

"Visto che i percorsi avevano molti farsta, all'inizio non riuscivo a cpaire bene la mia posizione in gara", ha descritto la prima trattista W20 Lea Widmerche ha cambiato come quarta a Flurina Bieri. Lei è partita veloce dietro alle norvegesi, ha però poi perso presto il contatto e ha fatto il resto della gara da sola. Ha perso così una posizione e ha cambiato come quinta a Eliane Deininger. Lei è "stata superata al primo punto dalla svedese come un razzo!". Deininger ha poi tenuto il suo ritmo nell'alternanza di boschi e prati. In una parte di bosco difficile ha però perso il contatto e con un errore ha perso terreno prezioso. Il diploma non è comuqnue andato perso e Deininger è così arrivata sesta all'arrivo.

Link per la pagina degli organizzatori
Link per i LiveResults

 

RSS Feed